giocare-in-spiaggia-a-rimini sport-in-spiaggia-rimini associazione-wpa-rimini divertimento-riviera-romagnola vendita-racchettoni-rimini Water-Paddle-association–Rimini sport-in-mare-rimini


Rouge (Ruggero Cantelli)

Torna indietro

Il suo ombrellone è in posizione strategica, pochi metri distante da quello di Maiki che è poi il punto focale, assieme alla cabina dove Maiki tiene i frigo con la birra che offre munifico al termine delle partite, al quale si guarda per vedere se c’è qualcuno con cui si possa giocare.

Jacques è già meno fortunato perché ha l’ombrellone presso un altro bagnino; Sacco invece bisogna andarlo a chiamare perché tanto quando è in spiaggia dorme (anche se lui lo chiama recuperare); Pomes lo si nota da lontano per via del berrettino salva calvizie e Giorgino purtroppo già si sbraccia mentre ancora sta parcheggiando.

Non è facile essere in quattro oppure in più multipli di due ma di quelli giusti.

Rouge in questo è un esperto.

Sta di vedetta seduto sotto l’ombrellone, ma non proprio seduto, quanto piuttosto come uno che sta per sedersi oppure si sta per alzare e non capisci se sta andando via o se è appena arrivato.

Dallo zaino spunta il manico dell’assetta (ne ha comperato uno stock di 15 dell’ultima produzione) ma non è ben chiaro se la sta per prendere o se l’ha appena messa via.

Prima guarda chi c’è nelle vicinanze e nelle lontananze e poi se proprio di Giorgino non c’è traccia allora si mette la crema protettiva sulla punta del naso ed entra in acqua, un esitante passo alla volta alzando le ginocchia.

Per lui l’acqua sembra essere sempre gelida, anche d’agosto. Ma lì è nel suo elemento.

Salta e prilla come un narvalo, agile come un elefante di mare e altrettanto voluminoso.